La formazione blended: combinare il meglio del mondo online e offline per un apprendimento efficace

Condividi questa notizia:

La formazione blended o il blended learning è un metodo d’insegnamento che combina l’apprendimento a distanza con l’apprendimento in presenza. Tale approccio permette di creare un ambiente più completo e coinvolgente per gli studenti che, così, possono beneficiare della flessibilità della formazione online e dell’interazione diretta con i docenti in aula.

In altre parole, è possibile definire la formazione blended una “tecnica mista” in grado di combinare modelli alternativi di apprendimento digitali e analogici.

Tabella dei contenuti

Formazione blended o apprendimento misto: cos’è

Il concetto di formazione blended è stato sviluppato a partire dagli anni ‘90 per rispondere alle esigenze di un mondo sempre più digitale e connesso, dove risulta difficile per le persone seguire corsi di formazione in aula a causa dei ritmi lavorativi e personali. La formazione blended, invece, permette di seguire i corsi comodamente da casa, dall’ufficio o da qualsiasi luogo che abbia una connessione Internet e di accedere ai materiali didattici in qualsiasi momento.

È possibile suddividere la formazione blended in tre fasi:

Vantaggi

Uno dei principali vantaggi della formazione blended è la flessibilità. Gli studenti possono scegliere il momento e il luogo in cui seguire i corsi, adattandoli alle proprie esigenze lavorative e personali. Inoltre, essendo la formazione online basata su moduli e-learning, gli studenti possono personalizzare i propri percorsi di apprendimento in base alle proprie conoscenze e al proprio livello di competenza.

La formazione blended permette, oltretutto, una maggiore interattività e coinvolgimento degli studenti che possono seguire i corsi in modo attivo e partecipare alle discussioni online con i propri colleghi e i docenti. Anche la comunicazione ne risulta migliorata, grazie al mix di modelli messi in atto.

I moduli e-learning consentono agli studenti di accedere ai materiali didattici quando è loro più congeniale e di ripassare i concetti che hanno maggior difficoltà a comprendere.

Un altro vantaggio della formazione blended è la possibilità di risparmiare tempo e denaro. La formazione online, infatti, riduce gli spostamenti per seguire i corsi in aula e permette di risparmiare sui costi che, altrimenti, si sosterrebbero per acquistare i materiali didattici in formato cartaceo.

La formazione blended è un metodo di insegnamento innovativo e flessibile che coniuga l’apprendimento online con quello in presenza, creando un ambiente di apprendimento più completo e coinvolgente per gli studenti.

I principali vantaggi della formazione blended sono perciò:

formazione blended

Modelli di formazione blended

Esistono ben quattro modelli di formazione blended:

1. Face-to-face driver model

Si tratta del modello più vicino alla formazione tradizionale in classe. Qui le risorse digitali sono utilizzate come strumento aggiuntivo e non tutti seguono online, ma soltanto coloro che hanno specifiche esigenze. La maggior parte delle lezioni in aula è guidata da un formatore, il cui obiettivo è rafforzare la comunicazione faccia a faccia.

2. Online driver model

Qui la formazione viene erogata completamente online; si tratta, infatti, del modello opposto al face-to-face driver model. Sebbene anche in questo caso la maggior parte delle lezioni sia guidata da un formatore, la comunicazione avviene esclusivamente tramite piattaforme digitali. In caso di necessità gli incontri faccia a faccia non sono del tutto banditi, ma si predilige un approccio più digitale che analogico.

3. Rotation model

Nel rotation model i discenti seguono le lezioni faccia a faccia, ma svolgono i lavori di gruppo e parte della formazione online. Diviene quindi di fondamentale importanza la suddivisione degli studenti in gruppi più piccoli e l’assegnazione di specifici compiti da svolgere online che consentano di trarre il massimo dalla formazione blended.

4. Flipped classroom

Il modello flipped classrom prevede lo studio online e l’applicazione offline. In pratica, s’inverte l’ordine di compiti e lezioni: prima si studia a casa, poi si applica in classe; questa seconda fase può avvenire tramite discussioni di gruppo, case study o partecipazione a progetti.

Strumenti di blended learning

Trattandosi di formazione mista, l’utilizzo della tecnologia è essenziale. Vediamo insieme quali sono i principali strumenti dei quali è impossibile fare a meno nella formazione blended.

Piattaforme FAD

Sicuramente le piattaforme di formazione a distanza (FAD) in cloud sono utilissime per salvare i materiali digitali, distribuirli ai discenti e assicurarsi, tramite strumenti di reportistica integrati, che lo studio stia procedendo per il meglio.

Ad esempio, la piattaforma e-Logos messa a disposizione da VITECO è personalizzabile, user friendly, dotata d’interfaccia e-commerce integrata e dell’innovativo Facial Recognition System, che assicura una maggior sicurezza.

La piattaforma non è pensata soltanto per la formazione a distanza, ma anche per la formazione blended e, in generale, per quegli attori che intendono distinguersi dagli altri grazie all’implementazione di tool digitali innovativi.

Saper scegliere la giusta piattaforma FAD è fondamentale per offrire tanto agli studenti quanto ai formatori la soluzione più intuitiva e rapida possibile. Un sistema di gestione dell’apprendimento o learning management system (LMS) dovrebbe essere, infatti:

Servizi di social learning

Sembra quasi banale dirlo, ma fra i servizi di social learning, che aiutano la collaborazione e comunicazione tra i discenti, vi sono i principali social network site (SNS):

Piattaforme collaborative

Fra le cosiddette “piattaforme collaborative”, che consentono a un gruppo di persone di lavorare insieme a un singolo documento, vi sono senz’altro:

formazione blended

Digital transformation e formazione blended

Quando si parla di digital transformation le prime aziende che vengono in mente sono i colossi del web, come Google, Amazon o Meta; in realtà, la trasformazione digitale parte proprio dalla formazione degli utenti che, oggi, non può più prescindere dalle tecnologie digitali, come le piattaforme FAD per la formazione blended.

Che si tratti di training aziendali, workshop o FAD, la formazione blended si configura come una valida alternativa alla formazione analogica tout court e, pertanto, scegliere gli strumenti più adeguati risulta quantomai opportuno.

VITECO offre una sfilza di soluzioni, in grado di soddisfare le esigenze di enti di formazione, scuole, università, aziende e pubbliche amministrazioni. Se vuoi saperne di più compila il contact form qui in basso e verrai ricontattato.

Vuoi una demo? Compila il modulo di contatto