L’INTEGRAZIONE DELLA REALTÀ VIRTUALE NELL’E-LEARNING

Come anticipato nel nostro precedente articolo, la realtà virtuale rappresenta una delle sfide più importanti per l’industria dell’e-learning in questo 2019.

Capirne le sfide e coglierne le opportunità è di fondamentale importanza per gli sviluppatori di piattaforme e-learning.

COS’ È LA REALTÀ VIRTUALE (VR)

La realtà virtuale è una realtà simulata, un ambiente tridimensionale costruito al computer che può essere esplorato e con cui è possibile interagire usando dispositivi informatici – visori, guanti, auricolari – che proiettano chi li indossa in uno scenario così realistico da sembrare vero.

COME LA REALTÀ VIRTUALE VIENE INTEGRATA NELL’E-LEARNING

I progettisti didattici di tutto il mondo sono sempre più incuriositi dalle possibilità offerte dalla VR. Ogni giorno, sempre più discenti imparano a indossare un visore e si immergono in un mondo virtuale memorabile.

La VR ha cambiato il passato, sta cambiando il presente e cambierà il futuro.

In che modo la realtà virtuale sta trasformando il modo in cui sviluppiamo programmi di formazione a distanza (FAD)?

  • Maggiore interazione del discente: nessun altro strumento può dare agli utenti la sensazione di "essere lì" meglio di quanto possa fare la realtà virtuale. La VR cattura l’attenzione dei discenti, migliorandone la capacità di conservare le informazioni e allargando il campo visivo;
  • Imparare attraverso le simulazioni: la realtà simulata proietta i discenti in un mondo differente, permettendogli di vedere a 360 gradi e di compiere azioni che sarebbero difficili da replicare nella realtà;
  • Imparare attraverso l’interazione: la VR ha un enorme vantaggio rispetto ad altri metodi di formazione. Questa modalità consente agli studenti di interagire con una rappresentazione spaziale delle informazioni che ricevono. Invece di limitarsi a leggere un'esperienza, gli studenti possono vivere quell'esperienza in un ambiente controllato. I ricercatori dell'Università del Maryland hanno eseguito un test di memoria su un gruppo di persone che utilizzavano il cyberspazio e hanno confrontato i loro risultati con quelli di un gruppo che utilizzava un display bidimensionale su un personal computer. Il 40% dei partecipanti che l' ha utilizzata ha ottenuto un punteggio almeno del 10% superiore nelle abilità di richiamo rispetto ai partecipanti che hanno utilizzato il PC;
  • Aiuta a sviluppare empatia: grazie alla virtual reality, possiamo simulare l'esperienza di un'altra persona. Possiamo provare cosa vuol dire fare quello che fa quella persona, o vedere come gli altri interagiscono con quella persona in un dato ambiente. Attraverso la simulazione, l'interazione e l'immersione, essa può sfidare la nostra comprensione del mondo reale e renderci più empatici.

Il team di VITECO è attualmente impegnato nell’integrare le proprie piattaforme e-learning con le soluzioni offerte dalla realtà virtuale (VR), nell’ottica di offrire ai propri Clienti servizi all’avanguardia.

Condividi questa notizia:

Condividi su email
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

Articoli recenti